lunedì 2 settembre 2013

Mistero Cosnova, ovvero quando lo gnomo con l'ascia ci fa un baffo

Lo ammetto, sono una pessima blogger e al contrario di quello che era mia intenzione fare ho lasciato il blog quasi totalmente in balia di se stesso tutto Agosto, pur non essendo andata in vacanza nel vero senso del termine. In realtà ho avuto molto più da fare in questo mese che in tutto il resto dell'anno, tra scambi di visite con i parenti e puntate alla spiaggia per portare i bimbi al mare. Che poi io pur adorando il mare odio la spiaggia con tutta quella gente accalcata (sono un poco misantropa, lo avreste mai detto?) e apprezzo ancora meno i preparativi mattutini per recarvisi, quindi potete immaginare quanto mi sia divertita in questo periodo. Ma il Dotto ha bisogno di iodio e aria salmastra per la sua allergia e il Terminator ha bisogno di sole per la vitamina D, quindi tanta rassegnazione e via.
Ma veniamo al vero motivo del post cioè  i misteri misteriosi di Cosnova. 
Il primo dal mio punto di vista è con quale criterio scelgano i prodotti da togliere dalla collezione permanente, anche se oramai credo di aver trovato risposta a questo: vado convincendomi che lo facciano a caso, magari che ne so, tirando le freccette bendati su un tabellone con tutti i loro prodotti e "a chi tocca non si ingrugna". Il secondo e quello che mi ha portato a scrivere il post, riguarda i prodotti che teoricamente dovrebbero essere uguali, stesso nome stesso numero stessa etichetta (stessa storia stessa strada stessa via) e invece no. In questo post un primo esempio. Ieri ho comprato tre ombretti che sarebbero usciti di produzione a breve, tra questi c'era anche l'ombretto giallo n°62 John Lemon. Tornata a casa ricordando di avere già acquistato un altro ombretto giallo essence li confronto


 e no non mi sembrano uguali. L'ultimo arrivato è meno shimmer più scuro e meno pigmentato.


Ma in casa essence questo era l'unico ombretto giallo in produzione, e comincio a insospettirmi, quindi pur avendo già depottato il primo ombretto, ricordando di aver fatto un post Haul dopo il suo acquisto, vado a controllare, e meraviglia, è sempre il n°62 John Lemon. Come ciò sia possibile non lo so, dopo la faccenda del blush avevo già notato che nell'elenco inci prodotti essence lo stesso cosmetico a volte ha due (o tre) formulazioni differenti, ma che questo comporti addirittura diversi colori e finish mi lascia ancora perplessa assai, sul perché accada posso fare solo alcune congetture,  però sarebbe meglio, come ho già auspicato in passato per altri argomenti, se se ne occupasse Giacobbo coadiuvato dalla troupe di Mistero, perché questi signore sono i veri interrogativi che ci tengono sveglie la notte, mica i draghetti sotto spirito o gli gnomi con l'ascia che circolano liberi per il mondo. 

31 commenti:

  1. oddio ma sta cosa è veramente assurda XD sono diversissimi!

    RispondiElimina
  2. Mah O.o che cosa strana, stesso nome ma completamente diversi!
    Mi hai fatto morire dal ridere quando hai detto che per togliere i prodotti, si bendano e tirano freccette :D me l'immaginavo!
    un bacio e buona inizio settimana :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In ritardissimo un bacio anche a te.

      Elimina
  3. Sì... davvero assurdo!
    Io l'unica volta che ne ho presi due uguali perchè non mi ricordavo di averlo già comprato li ho presi uguali in tutto! =(
    Va be' testa tra le nuvole a parte mi pare non essere troppo professionale questo modo di lavorare... Glielo si può perdonare solo perchè costano poco!
    Ma te lo ommagini che vai a comprare il tuo rossetto preferito di Chanel e torni a casa con un colore completamente diverso?
    Consistenza, coerenza, la qualità è fatta anche di questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare ottima la tua analisi, e come dici tu si passa sopra solo per il piccolo prezzo

      Elimina
  4. Massimo rispetto per lo gnomo armato di ascia, potresti ritrovartelo in giardino! E se ti sfascia i trucchi? :P

    E' un gran bel mistero, io chiamerei Gullà e la sua troupe di cacciatori di fantasmi!

    RispondiElimina
  5. Lo gnomo con l'ascia è stata l'ossessione estiva del mio bambino!!!!(le 54975 visualizzazioni su Youtube sono tutte sue)Adesso me lo ritrovo in un sito di make up!!!
    Comincio a credere che con la sua bassissima statura e la sua sproporzionata ascia riesca ad intrufolarsi ovunque!!!W lo gnomo armato di ascia!!!detto questo è evidente: quegli ombretti sono di colori diversi!!Per me il responsabile della produzione è daltonico!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre W lo gnomo. XD
      Sono chiaramente diversi, il problema è che sicuramente lo sanno e se ne fregano.

      Elimina
  6. Per me pensano che il pubblico sia stupid e non se ne accorga. Oppure hanno poca fantasia e ripropongono sempre gli stessi nomi. Communque ci si potrebbe davvero fare una bella puntata di Voyager, altro che ufo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tendo a propendere verso la tua prima ipotesi. E non è una cosa molto corretta perché anche leggere una review diventa inutile.

      Elimina
  7. Mi è successo con uno smalto, stesso numero, stesso packaging, diversissimo colore... Ha ragione Manuki, gli si perdona solo perché è un marchio low cost.

    RispondiElimina
  8. Ahahahahahaha!! Mi fai morire xºD
    Comunque questa è davvero bella o.O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capita più spesso di quanto si pensi. Solo a me è capitato già due volte...

      Elimina
  9. è così,è così,tirano a caso per scegliere chi togliere di produzione!! XD
    Comunque questi due gialli sono diversissimi!Cos'è,gli manca la fantasia per scegliere i nomi? :P

    RispondiElimina
  10. Diversi prodotti essence andati fuori produzione sono stati riproposti con lo stesso nome dopo un po' di tempo ma con consistenza e finish diverso...è una cosa assurda! Hanno molta fantasia per i nomi, ma quando togli un prodotto non puoi riproporne un'altro con lo stesso nome -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo si tratti di questo anche se quello che dici è giusto. Sono stati acquistati nel corso dello stesso anno quindi teoricamente sono lo stesso prodotto.

      Elimina
  11. "a chi tocca non si ingrugna" è la stessa mia teoria O.o

    RispondiElimina
  12. bah una vera differenza e un vero dubbio.. ormai neanche il numero ha più senso guardare :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo no, bisogna andare a memoria visiva.

      Elimina

Commentando si accetta il consenso al trattamento dati ai sensi dell'art. 23 D.Lgs 30 giugno 2003 n°196 "Codice in materia di trattamento dati personali
Politica sui cookies

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...